Rappresaglia

Settembre 29, 2008 by simone

Hanno compilato una lista nera con tutti i lavoratori che scioperarono a maggio e hanno deciso che a nessuno di quei tutor dovesse essere rinnovato il contratto a progetto.

Licenziati per rappresaglia. Siamo a Bologna nel 2008, non nel 1955.

In spregio alla professionalità, all’anzianità di servizio, alla qualità del lavoro, ma soprattutto indifferenti ai diritti minimi dei lavoratori. Cesd Srl ha confermato il suo stile nelle relazioni coi lavoratori: esercizio del ricatto, prepotenza, nessun rispetto delle persone.

Dietro i sorrisi delle pubblicità, dietro all’aspetto amichevole di tutti i testimonial, dietro all’immagine rassicurante, si cela un’azienda che sfrutta i lavoratori, calpesta la dignità delle persone, comandandole con il ricatto e grazie a tutto ciò produce quotidianamente profitti stellari. Questo è Cesd Srl.

Ma non finirà qui. Tutti gli strumenti legali e di iniziativa sindacale possibili saranno messi in campo per imporre all’azienda il rispetto delle leggi e delle persone.

Questo sito continuerà ad essere lo strumento di chi, lungo tutto lo stivale, non si rassegna a subire quotidianamente il continuo ricatto di questa azienda, e vorrà organizzarsi per poter conquistare i propri diritti negati.

le tremila lettere di polidori

Luglio 9, 2008 by simone

Nei giorni in cui il Presidente della Repubblica scriveva ad un nostro collega dicendo che si sarebbe occupato di lui, anche il dott. Polidori prendeva carta e penna promettendo di occuparsi di noi (ben tremila lettere, eccone un esemplare).

Sono tempi difficili per l’azienda, diceva la lettera allegata agli stipendi. Per affrontare questa dura fase, continuava, avrei potuto scegliere una scorciatoia e tagliare i compensi a tutti (ce lo vedete un qualsiasi imprenditore dire “dipendenti, l’azienda va male, quindi per qualche mese riduciamo gli stipendi…”?), e invece no. Il dottore è buono e bravo, non prende scorciatoie, lui “stringe i denti”. Mah. Forse perchè “tutti insieme siamo una grande forza”?
La lettera si conclude con un “Forza dunque, se saremo uniti nessuno ci fermerà!”, che detto dal padrone dell’azienda risulta ridicolo, ma per noi invece ha senso, eccome se ha un senso.

E’ una lettera vergognosa.
I lavoratori si organizzano con il sindacato, chiedono un incontro con l’azienda e che cosa fa Polidori? Non incontra i sindacati, non ci riconosce come soggetto collettivo, non ascolta nessuna delle nostre richieste e manda una lettera individuale, paternalista quanto patetica.

E’ una lettera doppiamente vergognosa perchè allegata a buste paga tagliate senza motivo. A Bologna alcuni di noi si sono trovate centinaia di euro in meno senza sapere il perché. Senza una spiegazione. Centinaia di euro. In altre città invece continuano gli accantonamenti, cioè: vi tolgo un po’ di stipendio oggi per darvelo domani. Questa lettera ha fatto molto incazzare. Ci sono arrivate diverse email a riguardo.
“Dignità”, Polidori, si vada a leggere il significato sul dizionario.

Pubblichiamo una lettera di risposta a Polidori che ci è giunta, e che rappresenta bene le altre email scritte sul tema.

Leggi il seguito di questo post »

dal Quirinale!

Luglio 3, 2008 by simone

Il Presidente della Repubblica risponde ai precari di Cepu e Grandi Scuole.

Uno di noi aveva scritto al Presidente Giorgio Napolitano per fargli presente la grave situazione in cui migliaia di lavoratori precari vivono dentro le sedi di Cepu e Grandi Scuole del nostro Paese.
E siamo stupiti della velocità con cui ha risposto, in meno di un mese è arrivata la sua missiva. Niente a che vedere con i tempi biblici con cui Cesd Srl risponde alle lettere di provenienza sindacale.

“Al riguardo posso darle assicurazione che, da parte di questo Ufficio, si è provveduto a sottoporre la Sua istanza al Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, per un approfondito esame”

Leggi il seguito di questo post »

da firenze

Giugno 30, 2008 by simone

Giovedì 26 giugno si è tenuta una conferenza stampa indetta dall’Flc-Cgil e  Nidil-Cgil della Toscana per denunciare le condizioni di lavoro riscontrate nelle scuole private, e in particolare a Cepu e Grandi Scuole, nella regione.

Come si può vedere dalla torrenziale rassegna stampa, è stata data molta attenzione ai problemi dei precari di Cesd.

Bene.

da messina

Giugno 23, 2008 by simone

Intanto circa 10 giorni fa a Messina si è svolta una conferenza stampa per denunciare le condizioni di lavoro dei precari di Cepu e Grandi Scuole. Pubblichiamo solo ora, e ce ne scusiamo.

Qui e qui si trovano resoconti della conferenza stampa.

coincidenze imperfette

Giugno 18, 2008 by simone

In questi giorni stiamo aspettando che l’azienda dica se vuole davvero aprire una trattativa, o no. Cioè dica se vuole regolarizzare i propri “collaboratori”, oppure se ritiene di proseguire in questa situazione di generalizzata privazione di diritti e di illegittimità contrattuale.

Nel frattempo, via email o nei commenti a questo blog, ci arrivano segnalazioni interessanti.
Si stanno verificando strane coincidenze lungo lo stivale: ad esempio è capitato che in una città un gruppo di lavoratori stesse organizzando un’assemblea, e proprio in quei giorni, prima dell’assemblea, è stato loro ricordato (individualmente) che i contratti erano in scadenza, e che a settembre saranno rinnovati, forse.

Leggi il seguito di questo post »

13 giugno 2008

Giugno 13, 2008 by simone

Ieri si è svolto il primo incontro tra sindacati e azienda, qui sotto riportiamo il comunicato delle organizzazioni sindacali che descrive come è andato:

Dopo la richiesta di incontro inviata, su mandato dei lavoratori, dalle OO.SS. Confederali CGIL-CISL-UIL al Gruppo CESD (CEPU-GRANDI SCUOLE) si è tenuto l’atteso confronto con la delegazione aziendale in data 12 giugno c.a. presso la sede nazionale CESD.
E’ stato un primo incontro di carattere interlocutorio nel corso del quale le OO.SS. hanno presentato e motivato le loro richieste che mirano – in particolare – alla stabilizzazione dei rapporti di lavoro di tutto il personale precario in forza nelle sedi CEPU e GRANDI SCUOLE.
Alle richieste sindacali la delegazione aziendale ha manifestato interesse riservandosi però di fare una verifica interna finalizzata alla ripresa del tavolo della trattativa. Una risposta formale e definitiva è attesa prima della fine del mese di giugno.
Alla luce della posizione assunta dal Gruppo CESD (CEPU-GRANDI SCUOLE) le OO.SS. dichiarano che intendono continuare la mobilitazione del personale e intraprendere tutte le iniziative utili a sostegno delle giuste rivendicazioni dei lavoratori.

FLC CGIL – NIDIL CGIL – CISL SCUOLA – ALAI CISL – UIL SCUOLA – CPO UIL

il primo incontro

Giugno 3, 2008 by simone

L’azienda si è resa disponibile ad un incontro con le Organizzazioni Sindacali dopo che queste in data 15 Maggio avevano richiesto l’apertura di un tavolo per la stabilizzazione di tutti i lavoratori precari di Cepu e Grandi Scuole.

Flc-Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Nidil, Alai e Cpo incontreranno i dirigenti di Cesd Srl giovedì 12 Giugno.