se otto giorni vi sembran pochi

By simone

Nella sede bolognese di Cepu e Grandi Scuole gli stipendi si pagano il 15 del mese. Oggi è il 23 maggio.
Questo mese, alcuni giorni dopo il 15 i soldi ancora non si erano visti. L’azienda non si è preoccupata di informarci né della data in cui sarebbero arrivati, né delle ragioni del ritardo (in verità a riguardo sono girate voci che la responsabilità fosse di “alcuni tutor che si erano sbagliati a beggiare le ore”, ma sono solo voci, e lasciamo che restino tali).

Questa mattina, con una lettera indirizzata all’azienda, Cgil Cisl e Uil hanno richiesto che i nostri stipendi venissero immediatamente pagati.

In questi giorni la maggior parte di noi tutor di Gs ha comunicato in sede di non dare la disponibilità per il lavoro del sabato. E oggi alle 13 sono arrivati gli stipendi.

E’ una buona notizia, anche perché le scadenze per affitti, mutui e bollette non aspettano i ritardi di Cesd.
Ma non è una buona notizia che i nostri stipendi, che già non sono una favola, arrivino pure in ritardo. E’ un fatto grave che non si dovrà ripetere.

Contemporaneamente via email o con commenti sul blog ci sono arrivate segnalazioni da altre sedi in cui si racconta che altrove i ritardi sono una norma.
Per questo chiediamo ai ‘collaboratori’ di Cepu e Grandi Scuole che seguono questo blog di raccontarci le loro esperienza su questo tema.

Tutti quelli che in questi anni e in questi mesi si sono trovati ad aspettare ‘in mutande’ l’arrivo degli stipendi, possono scrivere liberamente nei commenti qui sotto.
In questo modo iniziamo a trasformare questo blog, nato dai tutor di Bologna, in uno spazio disponibile per tutti i precari delle altri sedi Cesd. Sappiamo che altrove gruppi di lavoratori si stanno organizzando e incontrando il sindacato, non appena avete notizie di eventi da comunicarci, scriveteci, le pubblicheremo.

22 Risposte a “se otto giorni vi sembran pochi”

  1. Pia Dice:

    Vi trasmetto la lettera di protesta che, per l’increscioso quanto ricorrente ritardo nei pagamenti, ho inviato ieri 23 maggio 2008 ai miei superiori nella sede di Roma

    ” -Gentili Collaboratori,
    con la presente intendo comunicarvi la mia amarezza per quanto accaduto in data 23 maggio 2008 e che mi ha visto, ahi me, protagonista.
    Mi illudo di sensibilizzare la vostra attenzione su una problematica che, pur attinente alla gestione delle risorse umane, tanto per usare il gergo aziendale che tanto vi piace, non è mai stata oggetto della vostra attenzione: “la dignità della persona”. Sempre intenti a massimizzare il profitto, a seguire le varie procedure di prenotazione aule, di compilazione iter e moduli vari, avete perso di vista l’obiettivo della sensibilità ed del rispetto per “l’altro”, per noi misera manovalanza che ha l’ardire di chiedere al ventitre del mese di poter percepire il proprio compenso! A nessuno importa, anzi presso questa sede, di questa onorata e spettabile società con la quale ho l’onore di collaborare da diverso tempo, si sta diffondendo l’uso a distribuire i suddetti compensi sempre di venerdì pomeriggio dopo l’ora di chiusura delle Banche. Questo è un insulto bello e buono anzi a pensarci bene è una vera discriminazione visto che i vostri compensi sono assoggettati ad un trattamento ben diverso … dal nostro, e tutto questo la dice lunga in tema di rispetto e di professionalità.
    Ieri, la sottoscritta ha dovuta alzare la voce per chiedere di essere ricevuta al fine di potere avere ciò che è sacrosanto per ogni prestatore di lavoro: il proprio assegno. La cosa grave è stata il dovermi sentire una accattona di fronte a chi, avendo ricevuto delle precise direttive, mi rispondeva che “la responsabile” era impegnata in cose molto importanti e che non voleva essere disturbata … Mi chiedo cosa fosse più importante del distribuire un bene di prima necessità … alla beffa, poi, si è aggiunto anche l’insulto ovvero la considerazione che la sottoscritta sarebbe stata poco professionale. Codesta considerazione non merita alcun commento da parte della sottoscritta che della professionalità ne ha fatto una regola di vita come nulla “questio” sulla mia sensibilità di persona prima ancora che di professionista così pure sulla mia dignità che non vi ho permesso e non vi permetterò di calpestare.
    “Ad maiora” -”

  2. FrancescA Dice:

    Dal canto mio, sulla puntualità degli stipendi non posso lamentarmi: il giorno di paga è il 15 e il 15 puntualmente arrivano i soldi.
    Ma ovviamente è normale, lavorando in sede centrale ci mancherebbe altro che i soldi arrivino in ritardo.
    Però io sapevo che la distribuzione degli stipendi nelle sedi veniva fatta il 10.. Ora addirittura il 15.. e poi tutti questi giorni di ritardo.
    Pia hai fatto benissimo a scrivere la lettera, ma indirizzala anche a Sansepolcro, perchè l’ufficio degli stipendi è li, quindi sono loro la causa dei vostri mostruosi ritardi.

    Vedrete che piano piano si svegliano.. qua guai a chi parla di questo “scandalo”, fanno tutti orecchie da mercante.. ma noi ci stiamo preparando.

    Vi abbraccio cari colleghi :-*
    Francesca

  3. francesco Dice:

    Premetto che non sono un collega anche se ho lavorato per cepu e grandi scuole 3 anni fa. Io sono il marito di una vostra collega che ha la fortuna di lavorare in un’azienda seria e di potersi permettere il lusso di far aspettare con tranquillità alla propria moglie il suo stipendio che normalmente ritarda sempre di 5-10 giorni dalla data del 15! A questo punto bisogna che vi organizziate con i sindacati e non permettere di farvi trattare in questo modo. Dovete esigere il vostro contratto (mi risulta che non sia rilasciato) e non farvi intimidire dalle benchè minime forme ricattatorie perchè ricordatevi che il coltello dalla parte del manico non è tutto loro. Però dovete organizzarvi, anche da un punto di vista del trattamento economico (che non è nè chiaro nè uniforme tra tutti i dipendenti).

  4. Buba Dice:

    Ma ve lo siete mai chiesto perche’ CESD srl, gia’ CEPU srl, gia’ Gruppo CEPU, gia’ Consorzio CEPU gia’ etc., etc., paga con assegni e non canalizza il compenso sul conto corrente del misero collaboratore?
    Semplice! Provate a fare un po’ di conti e vi accorgerete di quanti sono i giorni di valuta che perdiamo noi e quelli che ci guadagna l’azienda!
    I compensi arrivano con 10-15 giorni di ritardo; poi preferibilmente vengono distribuiti il venerdi sera, quando e’ impossibile andare in Banca, ne consegue che ai 10-15 gg. se ne aggiungono altri 3 (bisogna aspettare il lunedi’); poi 4-5 gg se li prende l’ente bancario, perche’ questi assegni sono pure fuori piazza (almeno dalle nostre parti in Sicilia): morale della favola CESD si tiene i Ns. soldini stretti, stretti sul suo mega conto bancario per 20 – 25 giorni, guadagnandoci degli interessi non irrisori, prima che noi possiamo incassare quelle poche centinaia di euro senza che veniamo risarciti (in termini di interessi) per i danni subiti dal ritardo nella distribuzione del compenso dovuto.
    Forse dobbiamo pensare che CESD abbia bisogno della Ns. beneficenza?
    POVERETTI!!!!

  5. Chiara Dice:

    sì, a maggio i soldi sono arrivati tardissimo… mi sembra fosse il 23 anche da noi! e pure senza una parte perchè “erano fuori budget”!!! MA PER FAVORE!!!!

  6. Buba Dice:

    “FUORI BUDGET”!! MA CERTO CHE NON SI PUO’ ANDARE FUORI BUDGET!! NON SAI CHE IL “TUTOR LEADER” CI GUADAGNA UN BEL PO’ DI SOLDI IN PIU’ SE RISPARMIA SUL BUDGET (L’AZIENDA E’ PIU’ CONTENTA SE SPENDE POCO ED OTTIENE IL MASSIMO DEL RISULTATO)?!; VOI, INOLTRE, VENITE PAGATI CON LA STESSA CIFRA E SENZA NESSUN INCENTIVO, SIA CHE I VS ISCRITTI SUPERINO GLI ESAMI SIA CHE NON LI SUPERINO; IL VS “TL” INVECE VIENE PREMIATO CON UN BELL’OVER SUL SUO COMPENSO, PERCHE’ E’ STATO CAPACE DI OTTENERE UN SACCO DI ESAMI SUPERATI, SPENDENDO IL MENO POSSIBILE, OVVERO PAGANDOVI IL MENO POSSIBILE!!

  7. Laura Dice:

    Ciao a tutti, sono una TL (responsabile di sede).
    Riguardo agli stipendi volevo aggiungere che a noi “responsabili” lo stipendio dovrebbe arrivare entro il 5 del mese e a maggio e’ arrivato il 17. Avevo 23 euro sul conto corrente, con una bimba piccola, ma per fortuna un marito statale…Aggiungiamo che i colleghi mi chiedevano conto e ragione del loro stipendio e io mi sono vergognata come una matta perche’ quando ho chiesto “in alto” mi e’ stato risposto di non rompere con domande cretine: che aspettassero, che cavolo, cosa vogliono questi rompi che non sono mai disponibili a niente, pretendono pure uno stipendio? ma per favore!
    Lo stipendio e’ poi finalmente arrivato, ma sul mio c’era, oltre alle trattenute di legge, un accantonamento di 250 euro che l’azienda non ha saputo o voluto spiegare. Praticamente ti trattengono dei soldi a caso e poi te li danno quando vogliono, magari dopo mesi. Il problema e’ che l’accantonamento e’ scritto piccolissimo su un foglio allegato, e se non ci fai proprio caso, non lo vedi. Naturalmente nessuno ti avvisa della trattenuta e tu non hai il coraggio di dire nulla, perche’ il ctr e’ a tre mesi e hai paura che non te lo rinnovino.
    Per cambiare discorso, qualcuno di voi sa che cos’e’ l’operazione “Sbrokka & Vinci”? Si tratta di volantinaggio davanti alle scuole superiori, per recuperare dei nominativi da contattare in seguito per proporre i pacchetti Cepu (il tutto camuffato con altri nomi che non sono Cepu e con un concorso finto, per non scoraggiare la gente).
    Ti mandano in sede le magliette e i cappellini, e ti dicono di andare davanti alla scuola i tre giorni degli scritti di maturita’. Ti costringono, dicendo di coinvolgere anche amici e parenti; tutti con i cappellini…
    Cosi’ oltre agli insulti dei ragazzi che fanno la maturita’, che tutto hanno in testa tranne che darti il proprio numero di cellulare, devi guardarti intorno con la paura di incontrare qualcuno che conosci.
    Guardate tutti come siamo ridotti! Una laurea sudata e ci ritroviamo a blandire e minacciare colleghi e segretarie per organizzare il tutto, con la paura di non fare il “risultato”, vivere con l’ansia e pietire la comprensione dei colleghi, che magari ci stanno solo perche’ gli fai pena e ti fanno un favore. Sono molto scoraggiata.

  8. Pia Dice:

    Ciao Laura,
    ti manifesto tutta la mia comprensione e solidarietà. Tu hai detto cose che, noi che lavoriamo in questa azienda, abbiamo sempre intuito … ma averne la certezza ci fa sprofondare nello sconforto!
    Ma che persone sono? certo non hanno il problema di far quadrare i conti a fine mese e non rimangono con ventitre euro sul proprio conto. Pensa, Laura, che non tutti possono contare su un marito … ma a loro cosa importa … devono realizzare l’obbiettivo mensile poi viene tutto il resto.
    A proposito dell’operazione pubblicitaria nuova, mi chiedo se vogliano ripetere l’esperienza che gli è costata ben trentatremila euro di sanzione, comminata dall’Autorità Garente, per publicità menzognera. Tanto la pagheremo noi e voi!
    Comunque sia, grazie per il coraggio dimostrato. Hai la mia ammirazione!

  9. Pia Dice:

    … mi scuso per i vari errori di “battitura”.

  10. TL Dice:

    Condivido quanto scritto da Laura, perché lo vivo anche io ogni mese.

    Stiamo in sede più di tutti i tutor, e veniamo pagati meno di alcuni di loro, anche per via di questo vergognoso furto che si chiama “accantonamento”.

    Certo, ora l’azienda si frega le mani pensando che nessuno vorrà fare casino in un periodo delicato come questo, in cui si deve decidere se rinnovare o meno i contratti…

    Spero comunque che il sindacato sappia far valere le ragioni di tutti i collaboratori, Tutor o TL che siano.

    Altrimenti che si trascini chi veramente conta in tribunale…e gli si faccia sborsare tutti i contributi, le tredicesime, le ferie, i tfr di cui ci ha derubati!

    Di questo, e solo di questo,vi assicuro, CESD ha una fifa pazzesca…

  11. Buba Dice:

    Cara Barbara,
    almeno tu vivi con la speranza che ti pagheranno; noi qui lo abbiamo dovuto fare GRATIS!!!! portandoci dietro ignare ragazzine che ci svenivano sotto il sole cocente del caldo sud (40°C all’ombra!), allettate dal famoso 8% sugli eventuali contratti stipulati (entro il 2008) derivanti da quei nominativi… ma quali contratti?! Da noi non hanno fissato neanche un appuntamento da sbrokka e vinci pur avendo prodotto per la beneamata azienda piu’ di 1200 nominativi nella nostra sola citta’ che ti assicuro non e’ una metropoli! Pensa che ci dobbiamo nascondere per la vergogna quando incontriamo queste persone che ci hanno collaborato!
    Sbrokka e vinci?!
    Che si sbrokkassero dalle loro poltrone e ci andassero loro a reperire i nominativi!!
    “Siamo una squadra, una vera famiglia?!”… Siamo il padrone e i servi della gleba altro che squadra!

  12. tutor Dice:

    Bravi ai colleghi di Bologna. Io ed altri ci siamo mossi parlando con alcuni rappresentanti sindacali. Gli stessi sindacati devono capire come veramente funziona dentro il Cepu. Quanto all’accantonamento fatto ai TL è semplicemente vergognoso. Saluti

  13. Pia Dice:

    Anche questo mese gli assegni arriveranno con otto giorni di ritardo (così si dice). Sembra che l’Azienda, con provocazione e di risposta all’incontro con i Sindacati, stia dicendo a noi tutti quello che Alberto Sordi nel “Marchese Del Grillo” disse al popolino: … perchè io so io, e voi non siete un cazzo …!”
    Chiedo a BUBA che mi sembra molto informata: cosa credi ci sia dietro a questi ripetuti ritardi? forse un dissesto finanziario? ma i nuovi progetti di “In Campus ed e-Campus? qualcuno sa qualcosa?

  14. pasquale Dice:

    carissimi colleghi, vedo che la cosa si sta diffondendo a macchia d’olio, il malcontento, risulta essere comune a mezza , per non dire tutt’italia.
    l’italia tutta deve sapere in che razza di posto lavoriamo, senza contributi, e con il peso della parola obiettivo sulla testa. e con stipendi da fame, per seguire ragazzi senza alcuna sicurezza sul superamento dell’esame, io devo sposarmi, e non ho soldi pere farlo, non vi nascondo che avevo pensato anche di farla finita

  15. marta Dice:

    ……e questo mese quando arriveranno i nostri assegni?? e se sono arrivati quando ce li consegneranno?

  16. pixj Dice:

    Ma quale dissesto finanziario! Io avevo uno studente che ha pagato quasi quattordicimila euro per 4 esami e consulenza-tesi, a me ne sono stati dati – x 100 ore di lezione – circa mille, fate un po i vostri conti! La verità è che non è un’azienda seria. Vogliono ricattarci? bene ! io personalmente non ho nessuna intenzione di mollare. Sono così stupidi da non capire che il disagio e il malcontento per questa gestione al limite (al limite?) della legalità è ormai sulla bocca di tutti? pensano che siamo degli imbecilli e non sappiamo come muoverci? Certo non mancano di supponenza e arroganza. Sindacati, avvocati e ispettori del lavoro sentitamente ringraziano.

  17. letizia Dice:

    a proposito di stipendi… avete letto la letterina strappalacrime del signor cepu in allegato agli stipendi di questo mese?? Lui si che è un eroe… ha stretto i denti… allora possiamo farcela tutti! sei un grande

  18. compagna Dice:

    Quella lettera mi ha fatto venire il vomito, associata poi al mio stipendio dal quale mancano 780€
    Ringraziarlo per non averci licenziato????
    Grande famiglia???????
    ____________________________

  19. Sora Lella Dice:

    non abbiamo pututo leggerla, poichè a oggi 24 a roma gli stipendi non sono ancora arrivati…..

  20. barbara Dice:

    Lo ammetto, sono in ritardo…,a mai quanto i soldi…….oggi 4 settembre, a Parma sono arrivati i soldi che dovevano arrivare il 15 di agosto….non ho parole! ovviamente i conti non tornano, come tutti i mesi. qualcuno di voi mi sa dire se per fare una bella letterina all’ispettorato del lavoro bisogna lasciare i prorpi dati o meno. Sapete, io la farei anche, ma ho il mutuo, e non mi posso permettere di perdere anche queste poche centinaia di euro, altriomenti la mia banca si prende la mia casa…qualcuno mi ospita?

  21. arrabbiata Dice:

    Ad oggi tutti i ragazzi del tmk dove lavoro non hanno ancora visto lo “stipendio” del mese di luglio! Quanto dovremo aspettare secondo voi ancora? Il mio padrone di casa non segue le chiusure amministrative di questa azienda purtroppo…

  22. marilena b. Dice:

    che dire, io, SONO COSTRETTA A FARE VOLANTINAGGIO E QUEI SOLDI MI SERVONO PER ARRIVARE IN FONDO AL MESE PERCHè HO UNA FAMIGLIA CHE DOVREBBE MANGIARE TUTTI I GIORNI….. aspetto ancora l’assegno per lo sbrokkevinci di giugno! a questo punto non so neppure se arriverà più.. però quelle persone che amministrano si dovrebbero VERGOGNARE DAVVERO…

  • Teeth Whitening
  • Chronic pain
  • Lascia una Risposta