Archivio per la categoria ‘lavorare a Cepu’

lavorare a cepu

Maggio 3, 2008

“Lo spieghiamo, per chi non lo sapesse:

ti danno in carico uno studente universitario, gli devi fare passare l’esame, questo è il tuo obiettivo. Ti dicono: questa è la cifra, circa tredici euro a lezione, queste sono le ore di lezioni che devi fare. Punto.
Finita qui? Non proprio.
Il compenso te lo danno in tre tranche.

La prima tranche: alla fine delle ore di lezione hai compiuto il tuo dovere. Lo studente si è impegnato a fondo, ha seguito al meglio le tue lezioni, svolto i compiti che gli avevi assegnato e riguardato le correzioni dei compiti che gli hai corretto. Ha studiato molto. A questo punto ti aspetta una prima parte di compenso.

La seconda tranche: lo studente si è impegnato a fondo, ha seguito al meglio le tue lezioni, svolto i compiti che gli avevi assegnato e riguardato le correzioni dei compiti che gli hai corretto. Ha studiato molto. Si sente sicuro: prende coraggio e va alla prova di esame. Eccoti la seconda parte del tuo compenso.

La seconda tranche (2): lo studente dice di essersi impegnato a fondo, di aver seguito al meglio le tue lezioni, di aver svolto i compiti che gli avevi assegnato e aver riguardato le correzioni dei compiti che gli avevi corretto. Dice di aver studiato molto. Ma non si sente pronto: non ha abbastanza coraggio, non va all’appello. La seconda parte del tuo compenso resta nelle casse di CEPU.

La terza tranche: Lo studente ha studiato, e ha preso pure coraggio. Va all’esame, supera l’esame al primo colpo (bravo!), e tu ti prendi la terza parte del compenso che ti spetta.

La terza (2) tranche: Lo studente ha studiato, e ha preso pure coraggio. Va all’esame, ma non passa.

Non è bastato avere studiato, e nemmeno avere coraggio, Se non passa l’esame, la tua terza parte di compenso resta nelle casse di Cepu.

A questo punto puoi scegliere: continui a fare lezioni al tuo studente. Le lezioni sono gratuite: tu spieghi, lui impara, tu spieghi e la media oraria del tuo compenso scende. Tu spieghi e correggi i compiti, lui impara. Va all’esame: passa. Porti a casa la tua terza tranche. Non passa: di nuovo puoi scegliere se continuare a fare lezioni gratuite sperando di venir in possesso della tua terza tranche al prossimo appello, oppure fermarti. Il gioco può andare avanti all’infinito.”