chi siamo

Siamo un gruppo di lavoratori di Grandi Scuole e di Cepu della sede di Bologna.

Facciamo lezione a studenti che recuperanno anni scolastici (Grandi Scuole) o universitari che necessitano aiuto per passare gli esami (Cepu). Qualcuno di noi è anche dirigente, ‘tutor leader’, si dice.

Siamo tutti collaboratori a progetto.

Siamo stanchi di avere contratti a scadenza.

Stanchi di avere solo i non-diritti dei collaboratori, stanchi di una retribuzione inadeguata alla nostra professionalità.

Questo sito serve per raccontarci e per raccontare la nostra lotta.

Ma soprattutto desideriamo che questo sito divenga uno strumento per tutti quei tutor che in giro per l’Italia vivono le nostre stesse condizioni di lavoro, ma ancora non hanno iniziato a organizzarsi.

Noi siamo qui.

19 Risposte a “chi siamo”

  1. Tutor Dice:

    Ciao Ragazzi,
    sono una collega di una sede Cepu delle Marche, avete tutta la mia solidarietà… lavorare per 12€ lordi all’ora è degradante, umiliante e demotivante. Continuate così, domani sensibilizzerò i colleghi… non della vostra protesta non sapevamo nulla, me ne ha parlato una mia amica che vive a bologna. Questi incompetenti e inutili capi area da 5000€ al mese devono andare via.

  2. Alessandro Dice:

    ciao Ragazzi,
    sono un collego della sede di Torino, finalmente vi ho trovato:
    i nostri stipendi arrivano puntuamente in ritardo ogni mese, e sempre con decurtazioni nell’ordine di alcune decine di ore mensili per le cause piu diverse, errori informatici ecc…
    questo mese a causa di uno strano errore nel calcolo delle vacanze pasquali, cadute, anticipatamente rispetto agli altri anni, la nostra sede è andata fuori baget e quindi ci è stato chiesto-imposto una detrazione sullo stipendio da recuperare nella prossima mensilità.
    siamo allo sbando e disperati, molti di noi hanno affitti, mutui e figli da mantenere. siamo stanchi di essere sfuttati abbiamo bisogno di non sentirci soli, soprattutto per quelli fra noi che temono di più per il posto…

  3. Mastro Dice:

    Ciao Alessandro.
    Quanto hai denunciato per la sede di Torino, vale anche per la sede di Bologna!!!!
    A noi la decurtazione nemmeno ci è stata chiesta, ce l’hanno imposta alla MUTA cioè senza dirci niente….soprattutto sugli stipendi più alti…
    Lo so per certo…anche se gli stipendi non sono ancora arrivati…e siamo al 21 maggio!!!

  4. david Dice:

    Solidarietà in pieno a tutti i tutores gs e CEPU. Complimenti per iniziativa.

  5. MARIA Dice:

    la precarietà è brutta soprattutto per l’assenza della previdenza assistenziale in caso di malattia (le lezioni devono continuare soprattutto se siamo in periodo di esami), il contributo ridicolo per la pensione che però rende il nostro stipendio ancora più limitato, l’assenza delle ferie e anche l’impossibilità a iscriverci per il mese di agosto nelle liste di disoccupazione come invece è permesso a chi fa supplenze a scuola e non ha maturato le ferie. Finalmente qualcuno si è mosso speriamo nel futuro

  6. Henrik Dice:

    Ciao ragazzi.
    Bel coraggio, vi faccio i complimenti. Nessuna ironia, la mia esperienza all’interno del Cesd Srl (Ex Cepu Srl) ha avuto momenti di alti e bassi, di grandi sacrifici e qualche guadagno discreto. Ma mai una sicurezza. Vi lamentate di contratti che con tanti dubbi possono essere rinnovati a settembre, ma c’è qualcuno di voi che si ricorderà di contratti di pochi anni fa che venivano messi in dubbio ogni sei mesi. Alcuni avevano durata anche inferiore.
    Il Cesd Srl è una realtà che ha ben saputo affrontare le nicchie di mercato e ha cavalcato i milioni di euro investiti in pubblicità. Quanto poi quest’ultima rispecchiasse non le intenzioni, ma la realtà dei fatti e tutta un’altra storia…
    Per quanto diversi nell’attività vi consiglierei di aprire un forum per tutte le 106 sedi (non sono 120…) e capire come mai anche i consulenti didattici e le operatrici del telemarketing e coordinatori della didattica ecc. ecc. hanno difficoltà simile alle vostre.
    Rimango a vostra disposizione per chiarimenti.

    Un’ultima cosa: c’è anche chi per Cepu Srl ha lavorato per oltre un anno senza contratto…

  7. Alessandro Dice:

    ciao a tutti,
    per anni ho cercato di mettere insieme tutti i lavoratori ed alla fine, dopo l’eenesimo ricatto, ho deciso di andare via. i tagli che voi docenti lamentate non sono dovuti certo ad errori informatici ma sappiate che i vostri compensi vengono “creati” dai responsabili didattici delle vostre sedi. un saluto ad Henrik (capo area Cepu srl ). comunque dietro tutto quello che voi percipite c’è una trama molto fitta. potrei scrivere per ore ma ci sono tante di quelle ingiustizie che non saprei da dove cominciare. Io sono stato capo area per molto tempo e sappiate mi sono sempre battuto per i tutores, scontrandomi, ovviamente, con una un muro di ricatti e pressioni.
    Per qualsiasi informazione non esitate a contattarmi. vi potrei dire vita, morte e miracoli CESD.!!!!
    in bocca a lupo a tutti!

  8. fdr76 Dice:

    ciao ragazzi, ho scoperto per caso qst blog e nn pensavo ce ne fosse uno…a quanto pare è stato mascherato per bene da chi nn aveva chiaramente l’interesse a mettere in giro certe voci!
    Chi vi scrive nn è una tutor ma fa ben altro e le condizioni contrattuali sono le stesse…a progetto con rinnovo ogni sei mesi,senza ferie, senza malattia e due soldi al mese…l’unica consolazione?almeno quello che faccio mi piace e nn è poco….anche se però qst nn basta a pagar mutuo e bollette soprattutto quando lo stipendio arriva quando gli pare!!!Ah si perchè il mutuo c’è, ma per accenderlo si sono messi in mezzo i miei, come garanti alla banca, se no con quel contratto dove volevo andare….pensate che nn vale nemmeno per fare un finanziamento per comprar ad esempio una tv!!!!!
    EL PUEBLO UNIDO JAMAS SERA VENCIDO!

  9. Giorgio Dice:

    Ciao cari tutor;
    Sono un alunno GS purtroppo conosco molto bene la vostra situazione visto ke cn più d un tutor ho creato un forte legame che va oltre il rapporto scolastico.
    purtroppo qst politica aziendale ha rovinato voi e noi alunni, a causa dei tagli al budget la mia maturità è stata compromessa per la mancanza di tempo per preparami anke se voi tutor siete davvero bravi e sono cmq riuscito ad apprendere molto ma sl grazie al vostro lavoro.
    continuate la vostra protesta molti alunni sono con voi

  10. Spaesamenti Dice:

    si parla anche di voi sul sito http://www.spaesamenti.it

    ciao ciao
    Ale

  11. chiara Dice:

    ciao tutor!sono una studentessa di grandi scuole alle prese con lo studio per gli esami di idoneità alla 5°che dire..sò bene qual’è la vostra situazione e vi capisco perfettamente..dire che sono falsi è dire poco ti promettono mari e monti ti rassicurano e poi appena gli chiedi delle ore in più da fare con qualche tutor pur di non spendere ti tirano fuori tutte le scuse possibili immaginabili…

  12. Lellina Dice:

    Ciao sapete niente a proposito delle centraliniste cepu che fissano appuntamenti?Dovrei iniziare a lavorare li a progetto…fisso di presenza giornaliera di 15 euro lorde(al giorno no all ora)piu 3.5 lorde ogni appuntamento fissato e 80 euro lorde ogni contratto chiuso.
    Ho due bambini, uno piccolo, non vorrei perdere tempo…loro dicono ci aggiriamo sui 19 contratti chiusi al mese..secondo voi ho speranze?
    Grazie mille

  13. barbara Dice:

    ciao a tutti, sono sempre dell’idea che una bella giormata, anche due di sciopero nazionale, non sia male, almeno per avere ferie e malattia….io, come tanti di coi, faccio lezione praticamnete moribonda quando sto male, e quando sono costretta a stare a casa per recuperare mi arrampico sui muri. magari qualcuno può: perchè non cambi? perchè sono iscritta alla ssis nella speranza (vana) di diventare una insegnante tutelata, ma la ssis ha obbligo di frequenza e quindi chi ti da da lavorare, ma solo al mattino, e ti lascia libero quando fai gli esami? nessuno, anche perchè se hai superato i 28 anni sei vecchia….per cui sono qui con voi, solidale al massimo!!!!!

  14. silvia Dice:

    ciao,sono una vostra ex collega…ho lavorato al cepu/grandi scuole per 6 anni e conosco bene la situazione…polidori dice che è un brutto momento…sarà per questo che i contratti agli utenti costano molto di più?è aumentato tutto tranne il compenso dei tutors…una volta uno studente mi disse che sapeva benissimo che, li dentro, noi fossimo l’ultima ruota del carro e, almeno quella, per fortuna, era buona….
    vogliamo parlare delle lotte tra poveri che, inesorabilmente, si aprono tra noi tutors (ancora adesso mi considero tale)?
    devo molto al cepu, non tanto dal punto di vista economico (che pur non permettendomi di vivere, mi ha permesso di sopravvivere) ma da quello umano, derivante dal contatto con gli studenti e non con gli altri tutors e tanto meno con la grande famiglia cepu di cui polidori è il grande papà

  15. LUCIA Dice:

    Io lavoro presso la sede di Bergamo e vi assicuro che qui la situazione è disperata, perché il badget di questa sede (come immagino quello delle altre città) viene stabilito dalla sede centrale non in base al numero di iscritti (qui ogni anno ingente), ma (udite udite!) in base a quanto i dirigenti locali hanno sforato o meno il badget degli anni precedenti. Questo porta i lavoratori della sede a subire vessazioni di ogni tipo: decurtazioni sullo stipendio, stipendi che non arrivano per “errore”, riduzione di ore, ecc…
    Addirittura quest’anno per i corsi propedeutici, ci erano stati promessi 15-20 euro all’ora, mentre in realtà abbiamo ricevuto 11 EURO LORDI all’ora!
    Per non dire che non si sa quanto prenderemo quest’anno: 10,33 (euro lordi) per le ore individuali? 12,91 (euro lordi) per le ore collettive?
    Siamo in una situazione talmente precaria, che qui gli assunti hanno paura di perdere quel poco che hanno, rivolgendosi ai sindacati per rivendicare diritti che agli altri lavoratori sono riconosciuti, come malattia o ferie.
    Ma che cosa possiamo fare? Chi altro prenderebbe un laureato che non sia un ingegnere?
    Io sto cercando da tempo un altro lavoro, ma sembra che in Italia l’unica alternativa a Cepu sia la disoccupazione…

  16. gameover Dice:

    ragazzi…mi dispiace per voi ma avete fallito…..purtroppo avete fatto una scelta sagliata…..e alla fine …game over…. avete perso e non avete più uno straccio di lavoro…chissà si veramente vi è convenuto…..mi dispiace per voi….

  17. giorgio Dice:

    non dispiacerti, la ruota gira , e io in 10 anni ne ho visti girare!! però ricorda più sei in alto, più ti fai male, se stai in basso, cadi ma poi ti rialzi e sei più forte di prima!!!!!

  18. annamaria Dice:

    salve ragazzi, anch’io lavoro al cepu insieme al mio ragzzo ma come collaboratore cit
    Il mio ragazzo è stato minacciato insultato con parole volgari solo perchè si è lamentato del ritardo negli stipendi e poichè abbiamo subito delle decurtazioni nei compensi, mentre io sono stata incitata dalla stessa prsona a presentare la lettera di dimissioni.
    Dopo 3 mesi di lavoro non avevo ancora visto l’assegno e perchè ci siamo lamentati il conslente di facoltà ci ha detto di tutto dicendo che poteva usare il contratto contro di noi e i soldi che avremmo guadagnato li avremmo dovuto restituire per vie legali e prendercela letteralmente nel….
    Questa espressione è solo una delle tante
    Ragazzi che possiamo fare?
    aiutateci

  19. INCAZZATO NERO Dice:

    Ciao a tutti i colleghi che anche se non conosco, abbiamo lo stesso sentimento.”SIAMO INCAZZATI NERI”….Io sono un collaboratore, un cit come veniamo definiti… Prima di entrare a far parte della cesd (Come E’ Stupendo Diminuire gli stipendi sarà questo il significato della sigla? a voi l’ardua sentenza); avevo contatto il cepu a livello informativo per un preventivo per capire un pò i costi per vedere se era possibile preparare una materia ke aimè era insuperabile allora (alla facciazza del cepu lho superata da solo usando tutte le mie forze) mi avevano sparato cifre esagerate che per me ke non erano sostenibili, la sapete qualè stata la risposta della persona con cui ho sostenuto il colloquio: ma i tuoi genitori un sacrificio nn lo possono fare… ke fai nn ti laurei più…. voglio dire a questa persona ke io oggi sto preparando la tesi e lo sto facendo da solo.
    A parte ciò a giugno faccio il colloquio per essere nominato collaboratore… durante il colloquio la parte riguardante il pagamento era abbastanza superficiale NON SI è MAI PARLATO DI ASSEGNI Nè TANTO MENO CHE ERANO FUORI PIAZZA. POI MI VIENE DETTO UN LISTINO SULLE PRATICHE KE AVREI SVOLTO….E POI IL COLLOQUIO è DURATO SI E NO 15 MINUTI DANDOMI LE PRATICHE DA SVOLGERE ad ogni mia domanda sul pagamento veniva deviata . IL PRIMO ASSEGNO LHO PRESO A SETTEMBRE dopo ke ho lavorato tutta lestate pensando di arrivare a prendere più di 400 euro anzi forse intorno a 500 euro cn il macello di lavoro ke ho svolto e gli ho portato avanti lufficio. Invece me ne arrivato uno con 200 miseri euro dopo aver sgobbato a tutta forza ed essendo fatte tutte le pratiche nella giornata stessa in cui venivano affidate.MA improvvisamente alcune cose non sono state pagate…cme reperimento docente in facoltà pratiche burocratiche che venivano conteggiate come una sola…. è statta fatta una bibliografia… ke è stata pagata solamente 10 euro…dopo aver ricercato la collacazione dei libri….averli ritirati in biblioteca….averli letti per ricercare le pagine da fotocopiare…portarli in copisteria per fotocopiare le pagine ke interessavano ed infine averli portati in sede…. questo lavoro moltiplicato per una trentina di testi… e lo valutano solo 10.MI SENTO RISPONDERE ANKE KE LORO OLTRE UN CERTO BUDGET NON MI POSSONO PAGARE E PER DI PIù DEVO ASPETTARE CHE I CLIENTI GLI PAGANO IL CONTRATTO.. PERò L’IMPORTANTE è SVOLGERE BENE E SUBITO LE PRATICHE. nn cè incentivazione a lavorare come prima… poi quando kiedo quanto viene l’assegno del mese mi si dice ke ancora non è stato tutto caricato oppure quando arriverà l’assegno e vengo aggredito verbalmente e minacciato. MA NON MI INTERESSA UN BEL NIENTE DELLE LORO MINACCE IO ANDRò FINO IN FONDO HO ANCHE LE PROVE DI TUTTE QUESTE MINACCE.

Lascia una Risposta